shutterstock173934278

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
icons8-posta-48

elegen@elegen.it

+39 0522 859721

Logo-Elegen-trasparente-sito

CONTACT US

Logo-Elegen-trasparente-sito

Elegen

By Klefis Group S.R.L.


Via Imre Nagry, 8 42019 Scandiano (RE) - Italy
Phone: +39 0522 859721 -  Fax + 39 0522 767677
elegen@elegen.it

LA PRODUZIONE ALIMENTARE NEL MONDO

02-11-2020 18:11

Elegen

Spreco Alimentare, Conservazione, Conservazione degli alimenti, Conservazione Alimentare, Spreco Alimentare, Spreco degli Alimenti,

LA PRODUZIONE ALIMENTARE NEL MONDO

Siamo nel 2020 e la popolazione mondiale ha toccato ormai i 7,7 miliardi di persone. Il dato appena riportato dovrebbe accendere un camp...

istock-1179870100-1604336701.jpg

Siamo nel 2020 e la popolazione mondiale ha toccato ormai i 7,7 miliardi di persone.

 

Il dato appena riportato dovrebbe accendere un campanello di allarme nelle nostre menti,considerando che la crescita demografica è in continuo aumento.

 

Se analizziamo la tabella qua sotto si vede come la popolazione mondiale aumenta di anno in anno in modo esponenziale. Si vede infatti che la crescita è di circa l’1,1 % annuo e che prima del 2025 supereremo gli 8 miliardi di abitanti.

tabella2-1604336747.png

Bisogna inoltre prendere in considerazione che i paesi con la maggior crescita demografica sono i paesi più poveri  mentre nei paesi più ricchi le famiglie sempre più preoccupate di conservare il loro tenore di vita, scelgono di non avere figli.

 

La sovrappopolazione crea svariati problemi che vanno dall’inquinamento alla produzione di cibo allo smaltimento dei rifiuti. Si può affermare infatti che il nostro pianeta non sia una macchina produci risorse inesauribile. Prima o poi se continuiamo con il succhiare indiscriminatamente le risorse dal pianeta , ci scontreremo con una grave crisi di produzione alimentare.

 

Il nostro ecosistema funziona secondo regole ben precise dove la prima e più importante regola è:

MANTENERE L’ EQUILIBRIO

istock-1165785331-1604336796.jpg

Si può dire  infatti che la produzione di cibo si possa misurare per metro quadrato, cioè 1 metro quadrato di terreno può produrre una certa quantità di cibo all’anno. Va da sé dunque che per persona abbiamo un certo quantitativo terra=cibo all’anno che diminuisce ogni qualvolta la popolazione mondiale aumenta.

 

Questo problema viene inoltre amplificato dal continuo trasformare terreni agricoli o dedicati al pascolo in terreni edificabili, dall’avanzamento dei deserti ,dall’inquinamento e non meno importante dal surriscaldamento globale.

 

Questo equilibrio è in parte distrutto anche dal tenore di vita dei paesi occidentali, infatti se si mette mano alle stime si può facilmente estrapolare un dato importante sulla produzione di cibo: siamo 7 ,7 miliardi, produciamo alimenti per 9 miliardi di persone e 1 miliardo di esse muore di fame.

 

La cosa ancora più stupefacente e che nonostante aumenti sempre di più il consumo di calorie nei paesi più sviluppati,non ne aumenti anche il livello di salute. Quest’ultimo infatti tende a diminuire proprio nei paesi in cui c’è più libero accesso al cibo, provocando patologie come obesità e incredibilmente la carenza vitaminica.

 

Questo dovrebbe portare tutti a una riflessione sull’utilizzo delle risorse.

 

Nel prossimo post analizzeremo la spreco alimentare e il costo di quest’ultimo nella società e in ogni famiglia e ristorante italiano.


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder