shutterstock173934278

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
icons8-posta-48

elegen@elegen.it

+39 0522 859721

Logo-Elegen-trasparente-sito

CONTACT US

Logo-Elegen-trasparente-sito

Elegen

By Klefis Group S.R.L.


Via Imre Nagry, 8 42019 Scandiano (RE) - Italy
Phone: +39 0522 859721 -  Fax + 39 0522 767677
elegen@elegen.it

LO SPRECO ALIMENTARE

02-11-2020 18:28

Elegen

Spreco Alimentare, Conservazione, Conservazione degli alimenti, Conservazione Alimentare, Spreco Alimentare, Spreco degli Alimenti,

LO SPRECO ALIMENTARE

La produzione alimentare si differenzia sostanzialmente i 4 grandi gruppi nel settore primario che a loro volta si evolvono nel settore sec...

shutterstock310156205-1604337671.png

La produzione alimentare si differenzia sostanzialmente i 4 grandi gruppi nel settore primario che a loro volta si evolvono nel settore secondario che a loro volta si sviluppano nel terziario.

 

Sotto tramite grafico indichiamo la filiera dalla produzione alla rivendita dell’alimento:

settori-1604337786.png

Ovviamente ad ogni passaggio si avranno delle perdite e degli sprechi dovuti al normale deterioramento degli alimenti e alla cattiva gestione delle materie prime.

 

Per portare esempi pratici, solo in Italia ogni famiglia butta 36 kg di cibo lìanno a componente,  l’equivalente medio di 200€ a persona.

 

Se si moltiplica per i componenti medi di una famiglia si può arrivare ad uno spreco dai 600€ ai 1000€ procapite all’anno. Lo spreco alimentare nelle famiglie costa 12 miliardi di € annui, l’equivalente di una manovra finanziaria.

 

I dati peggiorano quando si prendono in esame le attività di ristorazione e i supermercati:

filieradellospreco-copy-1604337857.png

SECONDO ALCUNI ANALISTI LO SPRECO DI CIBO AUMENTERA’ DEL 65% NEL 2030

Se consideriamo i dati appena riportati si potrebbe pensare che ci sia cibo a sufficienza per tutti e che chi in possesso delle risorse goda di ottima salute, ma la verità è ben lontana infatti come si evince dai dati, i popoli che hanno più risorse sono quelli con più problemi legati a patologie alimentari; Si pensi agli Stati Uniti ad esempio.

 

Questa sovrapproduzione di cibo porta a un abbassamento della qualità del cibo che arriva sulla nostra tavola causato da uno scorretto processo di stoccaggio degli alimenti.

2,7 MILIARDI DI PERSONE SOFFRONO :

  • Cattiva alimentazione che porta a obesità, diabete, patologie cardiovascolari.
  • Malattie gravi riconducibili all’ossidazione del cibo (si pensa che molti tumori derivino da esso).
  • Malnutrizione, obesità, carenze vitaminiche oppure carenza di cibo.
  • Intossicazioni alimentari dovute alla cattiva conservazione(si pensi al pesce crudo).
  •  

Nel prossimo capitolo analizzeremo le conseguenze dello spreco alimentare.


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder